“IL RISO SI RACCONTA: Te, dono almo del Ciel, candido riso”

Mercoledì 14 marzo 2012
Lezione aggiuntiva sul tema:

“TRE CORTOMETRAGGI SULLA RISICOLTURA, L’UOMO ED IL CEREALE “
A CURA DI ALESSANDRO PISTOIA –ACA CTG “EL FONTANIL”

 

1)- MAFFEO D’ARCOLE: LA CIVILTA’ CONTADINA DELLA NOSTRA TERRA :
“LE CASSETTE “ DEL 2001 – ricostruzione storica, sociale e umana della vita delle mondine della bassa veronese agli inizi del secolo scorso. E’stato presentato in diversi sedi (tra cui alla Fiera d’arte del Levante a Bari) e in TV (Tele Serenissima).

2) – MATTEO BELLIZZI: LE MONDINE TORNANO IN RISAIA.
“SORRISO AMARO” DEL 2002 – “… “presentato alla 60ª Mostra del Cinema di Venezia -“Nuovi Territori”
Senti le rane che cantano…….Dopo 50 anni sono tornate le mondine con la stessa voglia di cantare….. Il ventiseienne regista , Matteo Bellizzi, intraprende un viaggio lungo i sentieri della memoria in compagnia delle mondine che fecero la fortuna del celebre film di De Santis, il primo a raccontare la loro storia nel ’48. E’ proprio dal capolavoro neorealista, Riso Amaro, che parte l’opera del giovane filmmaker di Vercelli. Non si tratta di un remake, ma di un interessante documentario: il regista rintraccia le poche mondine ancora viventi di Nonantola, in Emilia, e le riporta in viaggio in autobus nelle stesse risaie vercellesi dove, da giovani, ogni primavera venivano ingaggiate come lavoratrici.

3)- VITTORIO DE SETA: LA TREBBATURA CON LA DANZA DELLE CAVALLE
“PARABOLA D’ORO” DEL 1954 – Anche se non riguarda il riso, è interessante vedere dal vivo la scena della “DANZA DELLE CAVALLE” per trebbiare il frumento. VITTORIO DEL SETA , regista e sceneggiatore, nato a Palermo nel 1923 e morto in Calabria nel 2011; cominciò la sua carriera cinematografica nel 1953, padre dei documentaristi, celebre autore di documentari premiati in Italia e all’estero come “Un giorno in Barbagia”, “Banditi ad Orgosolo”, “Lu tempu di lu pisci spata”, “Diario di un maestro”. Nel 2006 il suo ultimo lungometraggio, “Lettere dal Sahara”, presentato fuori concorso alla Mostra internazionale del cinema di Venezia. Nel 1954 Vittorio De Seta gira sei documentari in Sicilia :”Lu tempu di li pisci spata”, “Isole di fuoco”, “Surfarara”, “Pasqua in Sicilia”, “Contadini del mare”, ed anche “Parabola d’oro”. Al tempo erano fortemente innovativi, e subito riconosciuti a livello internazionale. In “Parabola d’oro” viene documentata la mietitura e la trebbiatura del cereale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *